Binance Australia chiuderà il trading di futures su criptovalute tra preoccupazioni normative

0


Mentre l'industria delle criptovalute continua a dominare, i regolatori finanziari temono che i criminali si rivolgeranno all'industria per le loro attività illecite. Quest'anno il 2021 è stato caldo per l'industria delle criptovalute in termini di regolamentazione. Molti organismi di vigilanza finanziaria negli Stati Uniti e in altri paesi hanno spinto maggiormente per regolamentare il settore.

Alcuni importanti exchange, tra cui Binance, hanno visto molta pressione da parte di diversi enti, specialmente su molti dei loro prodotti.

Il motivo era che molti di questi scambi potevano servire come mezzo di riciclaggio di denaro, dato l'anonimato delle transazioni. Di conseguenza, alcuni paesi continuano a limitare le operazioni degli scambi di criptovalute nei loro mercati.

Letture correlate | I possessori di Bitcoin prendono profitti man mano che i prezzi scendono, gli indicatori rimangono rialzisti?

Binance ha visto molta pressione da parte dei regolatori di tutto il mondo. Alcuni paesi e organismi finanziari di vertice come la Banca centrale olandese hanno accusato lo scambio di non conformità con le leggi finanziarie contro il terrorismo.

L'Australia vieta il trading di futures su criptovalute

A causa della pressione sul più grande scambio di criptovalute, il governo australiano ha vietato loro di offrire i loro futures e le loro opzioni crittografiche nel loro mercato. Quindi ora, i trader non avranno più accesso a tali prodotti da Binance.

Il governo ha persino avvertito tutti i suoi cittadini e residenti che hanno investito in futures, opzioni e token con leva finanziaria di chiudere la loro posizione entro 90 giorni. Binance ha annunciato questa istruzione il 20 settembre 2021.

Sulla base delle informazioni disponibili, tutti gli utenti australiani non investiranno in questi prodotti a partire da venerdì 24 settembre. Ma possono aumentare i loro saldi di margine contro la liquidazione e le richieste di margine. Ma dal 24 dicembre, 2021, tutte le modalità di transazione sui derivati ​​verranno chiuse.

Letture correlate | Il presidente della Turchia ha detto "Siamo in guerra contro Bitcoin"? Una investigazione

In risposta a questa restrizione, il rappresentante di Binance ha dichiarato che mira a garantire la conformità e l'accettazione per tutti i suoi prodotti.

In quanto tali, di solito monitorano i requisiti normativi delle località in cui operano. Ma con il recente sviluppo, l'azienda cercherà anche di proteggere gli interessi degli utenti.

Le restrizioni su Binance continuano a crescere

A parte le recenti restrizioni in Australia, altri paesi hanno limitato le operazioni di Binance nei loro mercati. Inoltre, molti regolatori globali hanno anche emesso avvisi allo scambio.

Ad esempio, il mese scorso, l'exchange ha smesso di offrire i suoi servizi di trading di derivati ​​in Brasile. Prima di allora, anche il governo di Hong Kong ha sospeso le sue operazioni.

Binance ha anche interrotto il commercio di derivati ​​crittografici in molti altri paesi, come Paesi Bassi, Germania e Italia. Secondo lo scambio, ha deciso di interrompere quei servizi nei paesi europei.

crypto market is recovering from an abrupt decline | Source: Crypto Total Market Cap on TradingView.com
Featured Image From Binance, Chart From Tradingview.com



Leave A Reply

Your email address will not be published.