Il commissario della CFTC Dan Berkovitz è preoccupato per la finanza decentralizzata (DeFi)

0


Durante un discorso di martedì (8 giugno), Dan M. Berkovitz, uno dei cinque commissari della Commodity Futures Trading Commission (CFTC), ha condiviso le sue preoccupazioni sulla finanza decentralizzata (DeFi).

La CFTC è "un'agenzia indipendente del governo degli Stati Uniti creata nel 1974, che regola i mercati dei derivati ​​​​statunitensi, che includono futures, swap e alcuni tipi di opzioni".

Secondo la sua biografia sul sito web della CFTC, Berkovitz è stato nominato dal presidente Trump commissario il 24 aprile 2018. È stato "confermato all'unanimità" dal Senato degli Stati Uniti il ​​28 agosto 2018 e "giurato" il 7 settembre 2018 “per un quinquennio con scadenza aprile 2023”.

I suoi commenti sulla DeFi sono stati espressi durante un discorso programmatico (intitolato: "Cambiamento climatico e finanza decentralizzata: nuove sfide per la CFTC") all'"Asset Management Derivatives Forum 2021" (8-9 giugno 2021).

Per quanto riguarda la parte DeFi del suo discorso, Berkovitz ha iniziato con questa definizione di DeFi da Wikipedia:

La finanza decentralizzata (comunemente denominata DeFi) è una forma di finanziamento basata su blockchain che non si affida a intermediari finanziari centrali come broker, borse o banche per offrire strumenti finanziari tradizionali, ma utilizza invece contratti intelligenti su blockchain, il più comune essere Ethereum. Le piattaforme DeFi consentono alle persone di prestare o prendere in prestito fondi da altri, speculare sui movimenti dei prezzi su una serie di attività utilizzando derivati, scambiare criptovalute, assicurarsi contro i rischi e guadagnare interessi in conti di risparmio.

Ha poi affermato che il principale risultato di ricerca di Google per DeFi lo ha indirizzato a un articolo di Coindesk, in cui si affermava che "DeFi è l'abbreviazione di 'finanza decentralizzata', un termine generico per una varietà di applicazioni finanziarie in criptovaluta o blockchain orientate alla distruzione degli intermediari finanziari" .

Berkovitz sostiene che sebbene DeFi cerchi di eliminare gli intermediari finanziari, questi forniscono al pubblico un servizio prezioso:

Una domanda di soglia è se il pubblico trarrà vantaggio dallo sconvolgimento dell'attuale sistema finanziario che dipende ampiamente dagli intermediari finanziari. I sostenitori di DeFi sostengono che tagliare gli intermediari offre ai consumatori un maggiore controllo sui loro investimenti.

Ma intermediari come banche, borse, commercianti di commissioni su futures, strutture di compensazione dei pagamenti e gestori patrimoniali, come molti di voi a questa conferenza, hanno sviluppato negli ultimi due o trecento anni servizi bancari e finanziari moderni per fornire in modo affidabile servizi finanziari critici. per supportare i mercati finanziari e il pubblico degli investitori.



<!–

–>

Gli intermediari forniscono informazioni, analisi e consulenza al pubblico che desidera accedere ai mercati finanziari. Gli intermediari hanno spesso obblighi fiduciari o legali per agire nel migliore interesse dei loro clienti. Forniscono liquidità ai mercati e supportano la stabilità del sistema finanziario in periodi di stress. Forniscono la custodia dei beni e le garanzie per gli investimenti. Sono responsabili della prevenzione del riciclaggio di denaro attraverso i mercati finanziari. Gli intermediari regolamentati e autorizzati devono soddisfare standard di condotta stabiliti e possono essere ritenuti legalmente responsabili del mancato rispetto di tali standard di condotta. Gli intermediari possono essere ritenuti responsabili quando le cose vanno male.

Ha continuato dicendo che al contrario i mercati DeFi non offrono tali protezioni:

In un puro sistema DeFi "peer-to-peer", nessuno di questi vantaggi o protezioni esiste. Non esiste un intermediario per monitorare i mercati per frodi e manipolazioni, prevenire il riciclaggio di denaro, salvaguardare i fondi depositati, garantire le prestazioni della controparte o rendere i clienti completi quando i processi falliscono. Un sistema senza intermediari è un mercato hobbesiano in cui ogni persona cerca se stessa. Avvertenza: 'fate attenzione all'acquirente.'

Ha anche messo in dubbio la legalità dei "mercati DeFi senza licenza per gli strumenti derivati":

Non solo penso che i mercati DeFi senza licenza per gli strumenti derivati ​​siano una cattiva idea, ma non vedo nemmeno come siano legali ai sensi del CEA. Il CEA richiede che i contratti futures siano negoziati su un mercato dei contratti designato (DCM) autorizzato e regolamentato dalla CFTC. Il CEA prevede inoltre che è illegale per qualsiasi persona diversa da un partecipante al contratto idoneo stipulare uno swap a meno che lo swap non sia stipulato in base o soggetto alle regole di un DCM. Il CEA richiede che qualsiasi strumento che preveda la negoziazione o l'elaborazione di swap sia registrato come DCM o come strumento di esecuzione di swap (SEF). I mercati, le piattaforme o i siti Web DeFi non sono registrati come DCM o SEF. Il CEA non contiene alcuna eccezione alla registrazione per valute digitali, blockchain o "contratti intelligenti".

Per questi motivi, Berkovitz ritiene che la CFTC e altri regolatori finanziari dovrebbero prestare maggiore attenzione al settore DeFi:

A parte la questione della legalità, a mio avviso è insostenibile consentire a un mercato dei derivati ​​non regolamentato e senza licenza di competere, fianco a fianco, con un mercato dei derivati ​​pienamente regolamentato e autorizzato. Oltre all'assenza di salvaguardie del mercato e tutela dei clienti nel mercato non regolamentato, non è giusto imporre obblighi, restrizioni e costi di regolamentazione ad alcuni partecipanti al mercato, consentendo ai loro concorrenti non regolamentati di operare completamente liberi da tali obblighi, restrizioni e costi.

L'esperienza con lo sviluppo del sistema di "banca ombra" mostra che la concorrenza tra entità regolamentate e non regolamentate nello stesso mercato può portare le entità regolamentate ad assumere maggiori rischi al fine di generare i rendimenti più elevati necessari per competere con la concorrenza non regolamentata, o a cercare meno regole per se stessi per livellare il campo di gioco. Entrambe queste reazioni possono introdurre rischi significativi nel sistema finanziario.

Per tutte queste ragioni, non dovremmo permettere che la DeFi diventi un mercato finanziario ombra non regolamentato in diretta concorrenza con i mercati regolamentati. La CFTC, insieme ad altri regolatori, deve concentrare maggiore attenzione su questa crescente area di preoccupazione e affrontare le violazioni normative in modo appropriato.

DISCLAIMER

Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore, o da qualsiasi persona citata in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. Investire o scambiare criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.

.(tagsToTranslate)DeFi(t)crypto(t)altcoin



Leave A Reply

Your email address will not be published.