Ruffer Investment: Bitcoin è "una bestia unica come un negozio di valore emergente"

0


Martedì (12 gennaio), Jonathan Ruffer, presidente della Ruffer Investment Company Limited ("Ruffer") con sede nel Regno Unito, ha commentato l'investimento della sua azienda in Bitcoin.

Una breve storia

Ruffer è una società di investimento a capitale variabile costituita a Guernsey, un'isola nel Canale della Manica. È stato finanziato nel 1994 e ha circa 6.600 clienti in tutto il mondo., "Principalmente individui e famiglie, fondi pensione e enti di beneficenza". Al 30 novembre 2020, aveva 20,3 miliardi di sterline (o circa 26 miliardi di dollari) di asset under management (AUM).

Il 15 dicembre 2020, Ruffer ha annunciato che nel novembre 2020 i gestori del "Ruffer Multi-Strategies Fund" avevano ridotto l'esposizione del fondo all'oro a favore di Bitcoin.

Secondo un avviso di aggiornamento del portafoglio pubblicato sul sito web della Borsa di Londra (LSE), Ruffer ha affermato che, nonostante le turbolenze causate dalla pandemia COVID-19, il suo portafoglio aveva "compiuto forti progressi" nel 2020, con un valore patrimoniale netto ( NAV) rendimento totale del 12,2% (all'8 dicembre 2020):

"In primavera e all'inizio dell'estate, l'oro e le obbligazioni indicizzate all'inflazione hanno registrato una buona performance. Più recentemente, le azioni economicamente sensibili hanno reagito in modo molto positivo al successo dei vaccini covid-19, portando il portafoglio al rialzo."

Più interessante, Ruffer ha affermato che nel novembre 2020 i gestori del suo Fondo Multi-Strategies avevano fatto una mossa difensiva, riducendo l'esposizione all'oro e aggiungendo esposizione a Bitcoin, e che la dimensione di questa esposizione era "attualmente equivalente a circa il 2,5% di il portafoglio. "

Ruffer ha affermato che l'aggiunta di esposizione a Bitcoin ha dato al fondo "una piccola ma potente polizza assicurativa contro la continua svalutazione delle principali valute mondiali". Ha continuato dicendo che Bitcoin "diversifica gli investimenti della società (molto più grandi) in oro e obbligazioni indicizzate all'inflazione e funge da copertura per alcuni dei rischi monetari e di mercato che vediamo".

Poi, il 16 dicembre 2020, Zack Voell ha scritto in un rapporto per Coindesk che un portavoce di Ruffer Investment aveva chiarito (via e-mail) un'importante dichiarazione nel memo di aggiornamento del portafoglio della società agli azionisti.



<! –

->

Più specificamente, questa persona ha detto a Coindesk che la cifra del 2,5% menzionata in quel promemoria si riferiva alla percentuale dell'AUM dell'azienda che rappresentava l'esposizione a Bitcoin. In effetti, ha affermato che l'esposizione Bitcoin di Ruffer "ammonta a circa £ 550 milioni, equivalenti a circa il 2,7% delle attività in gestione dell'azienda".

Gli ultimi commenti di Ruffer su Bitcoin

Ieri (11 gennaio), il presidente di Ruffer ha parlato dell'investimento della sua azienda in Bitcoin come parte della "Revisione degli investimenti del quarto trimestre 2020" della sua azienda.

Riguardo a Bitcoin, ecco cosa aveva da dire:

"Infine, l'annuncio di dicembre sull'aggiunta di esposizione a bitcoin da parte di Ruffer ha prodotto un'infarinatura di risposte. Il migliore era questo due parole: Buon Natale. Ciò sembra giusto per un investimento iniziale pari a circa il 2,5% del portafoglio. Il nostro ragionamento di fondo è che il bitcoin sta diventando uno sfidante per la posizione dell'oro come l'unica sovravaluta, la cosa da possedere quando le valute fiat sono kerplunked.

"Abbiamo lavorato molto per valutare il pericolo che il bitcoin sia sbagliato. Lo guardiamo da molto tempo e il nostro giudizio è che sia una bestia unica come riserva di valore emergente, che unisce alcuni dei vantaggi della tecnologia e dell'oro. Sì, è una risorsa apparentemente non sensata, ma che ha un senso assoluto per il modo in cui vediamo il mondo.

"La domanda che seguì fu: quando fare il trasloco? Un viaggio dal pirata al presidente è un continuum, ma un investimento è un evento binario: o lo fai o non lo fai. Abbiamo ritenuto che lo scorso novembre non fosse troppo presto e, se lo avessimo lasciato più a lungo, il successivo andamento dei prezzi avrebbe potuto farlo sembrare troppo tardi.

"Quindi abbiamo fatto un'allocazione. Al momento in cui scrivo, il prezzo di entrata sembra essere stato favorevole, ma non è proprio questo il punto. Ci occupiamo di proteggere i clienti e siamo nervosamente soddisfatti che il bitcoin abbia una piccola parte da svolgere nel budino."

Immagine in primo piano di "SnapLaunch" tramite Pixabay.com

Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo.

. (tagsToTranslate) Bitcoin (t) $ BTC



Leave A Reply

Your email address will not be published.