Reuters: gli investitori nordamericani sono attualmente i maggiori acquirenti di Bitcoin

0


Giovedì 3 dicembre, Reuters ha riferito che mentre l'attuale rialzo di Bitcoin ha portato il prezzo a nuovi massimi storici questa settimana, sembra che la maggior parte degli acquisti non provenga dall'Asia orientale (a differenza del 2017) ma dal Nord America. .

Secondo il rapporto Reuters, che ha utilizzato i dati della società di analisi blockchain Chainalysis, "gli afflussi netti settimanali di bitcoin – un proxy per nuovi acquirenti – verso piattaforme che servono principalmente utenti nordamericani sono aumentati di oltre 7.000 volte quest'anno a oltre 216.000 bitcoin per un valore di $ 3,4 miliardi in metà novembre. "

Continua dicendo che le borse dell'Asia orientale stanno perdendo, con deflussi netti di 240.000 BTC (per un valore di circa 3,8 miliardi di dollari a novembre) contro afflussi netti di 1.460 BTC a gennaio.

Ciara Sun, Head of Global Business and Markets presso l'exchange di criptovalute Huobi, ha dichiarato a Reuters:

"L'improvviso afflusso di interesse istituzionale dalla regione nordamericana sta guidando un cambiamento nel commercio di bitcoin, che sta riequilibrando le allocazioni di asset su diversi scambi e piattaforme".



<! –

->

Apparentemente, sulla base dei dati di Chainalysis, "i volumi su quattro principali piattaforme nordamericane sono raddoppiati quest'anno per raggiungere 1,6 milioni di bitcoin a settimana alla fine di novembre, mentre gli scambi in 14 principali borse dell'Asia orientale sono aumentati del 16% a 1,4 milioni".

Gli esperti intervistati da Reuters hanno affermato che gli investitori con sede negli Stati Uniti sono "attratti dalla stretta supervisione dell'industria criptata americana". Nel frattempo, nell'Asia orientale, secondo Leo Weese, co-fondatore della Hong Kong Bitcoin Association, c'è preoccupazione tra alcuni investitori che potrebbe esserci un giro di vite sui principali scambi di criptovalute che hanno molti / per lo più clienti con sede in Cina ma hanno sede altrove.

Christopher Matta, amministratore delegato delle vendite e del trading presso 3iQ Corp, il principale gestore di fondi canadesi di bitcoin e criptovalute, ha dichiarato a Reuters:

"Molti fondi statunitensi vengono scambiati con grandi controparti statunitensi. Ti dice proprio lì quanto sia importante la natura normativa dello spazio e avere sedi in cui fare trading che sono regolamentate: è sicuramente qualcosa a cui stanno pensando gli investitori istituzionali ".

Immagine in primo piano di "EivindPedersen" tramite Pixabay.com

Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo.

. (tagsToTranslate) Bitcoin (t) $ BTC



Leave A Reply

Your email address will not be published.