Decisione della Fed in merito ai tassi di interesse per concentrarsi su Crypto

0


Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha fatto un annuncio scioccante durante il discorso ampiamente seguito di ieri, in cui ha osservato che la Fed permetterà all'inflazione di iniziare a superare il 2%. Ciò ha avuto implicazioni di vasta portata, influenzando il prezzo di asset come oro, criptovalute e azioni.

Sebbene l'inflazione elevata sia apertamente positiva per Bitcoin nel breve termine, gli investitori hanno sbiadito la mossa, con la criptovaluta che ha raggiunto $ 11.600 prima di perdere il suo slancio e precipitare a minimi di $ 11.150.

Questo calo è stato fugace, poiché da allora i tori hanno cancellato praticamente tutte le perdite che si sono verificate a seguito di questo movimento.

Nonostante le notizie sull'inflazione non abbiano alcun impatto positivo a breve termine su Bitcoin, il CEO della società FinTech Ripple ritiene che aiuterà a concentrare maggiormente l'attenzione sulle criptovalute in futuro, fornendo all'intero mercato una spinta significativa.

La Fed decide di far lievitare i tassi di interesse

La massiccia stampa di denaro che è stata intrapresa dal governo degli Stati Uniti era destinata a portare a un aumento dell'inflazione.

Come riportato ieri da BitcoinFocus.it, durante il discorso di ieri di Powell, ha spiegato che la Fed avrebbe intrapreso azioni senza precedenti per consentire all'inflazione di superare il 2% nei prossimi anni.

Questo viene fatto per aiutare a sostenere l'economia, in quanto consentirà una maggiore stampa di denaro sotto forma di stimolo diretto, pronti contro termine di obbligazioni e allentamento quantitativo.

Naturalmente, l'assoluta scarsità della criptovaluta di riferimento la rende l'ovvia alternativa al dollaro USA come riserva di valore, poiché la valuta fiat ora si degraderà di valore su base annua a un ritmo più alto che mai visto prima.

Gli investitori che cercano di preservare il proprio capitale dovranno ora trovare asset che hanno scarsità e possono apprezzarsi a un tasso superiore al 2% + inflazione.

CEO di Ripple: Crypto per ricevere spinta a causa dell'inflazione in corso

Parlando delle notizie riguardanti la decisione della Fed, il CEO di Ripple Brad Garlinghouse spiegato che ritiene che l'aumento dell'inflazione alla fine aiuterà i mercati delle criptovalute.

Egli osserva esplicitamente che la nascente asset class sarà incentivata da investitori globali che cercano di diversificare i loro portafogli per evitare un'esposizione non necessaria all'USD.

"La pandemia sta gettando così tanti playbook dalla finestra … l'azione di ieri vola di fronte a decenni di precedenti. I segnali indicano un ulteriore svalutazione del dollaro nel breve termine (portando a un'ulteriore diversificazione degli asset che sarà sicuramente un bene per le criptovalute) ".

È fondamentale tenere presente che questi benefici sono tutti a lungo termine e che le implicazioni della decisione della Fed avranno probabilmente un impatto a breve termine sul mercato delle criptovalute.

Featured image from Unsplash.





Leave A Reply

Your email address will not be published.