La difficoltà di mining di Bitcoin sale al livello più alto da gennaio 2018

0


/ Novità / 2020/06 / bitcoin-mining-difficoltà-aumenta-to-alto-livello-dal-Gennaio-2018 /

Secondo i dati del pool di mining Bitcoin BTC.com, ieri (16 giugno), la difficoltà di mining di Bitcoin ha fatto un salto del 14,95%, per cui ha raggiunto il suo livello più alto da gennaio 2018.

La rete Bitcoin è stata progettata con l'obiettivo di generare un nuovo blocco di transazioni in media ogni dieci minuti. Il tempo impiegato per estrarre un nuovo blocco è controllato da un parametro noto come "difficoltà di mining" e l'algoritmo responsabile della sua regolazione è chiamato "algoritmo di regolazione della difficoltà" (DAA).

Il DAA di Bitcoin regola il parametro di difficoltà di mining ogni blocco del 2016 (circa ogni due settimane). Ecco perché dall'inizio dell'anno, ci sono stati 12 adattamenti di difficoltà alla difficoltà di mining di Bitcoin:

Come puoi vedere, da quando il Bitcoin si è dimezzato l'11 maggio (quando la ricompensa del mining di blocchi è stata ridotta da 12,5 BTC per blocco a 6,25 BTC per blocco), ci sono stati tre aggiustamenti alla difficoltà di mining di Bitcoin:

  • 20 maggio: la difficoltà di mining di Bitcoin è diminuita a 15.14 trilioni (una variazione del 6,00%)
  • 4 giugno: la difficoltà di mining di Bitcoin è diminuita a 13,73 trilioni (una variazione del 9,29%)
  • 16 giugno: la difficoltà di mining di Bitcoin è aumentata a 15,78 trilioni (una variazione del 14,95%)

<! –

->

Quest'ultimo adattamento alla difficoltà di mining di Bitcoin è il più grande quest'anno ed è il più grande aumento di difficoltà in quasi 2,5 anni. Nel gennaio 2018, abbiamo avuto due aumenti di difficoltà del 15,36% e del 16,84% rispettivamente il 13 gennaio e il 25 gennaio.

Attualmente, la difficoltà di mining di Bitcoin e il tasso di hash medio sono molto vicini ai livelli che erano prima del dimezzamento, ma i premi giornalieri per il mining di blocchi sono ora 900 BTC al giorno anziché 1800 BTC al giorno.

Ethan Vera, Co-Founder e Head of Finance di Luxor Technologies, proprietaria e gestore del pool di cripto mining Luxor Mining (lanciato a gennaio 2018), ha dichiarato a Coindesk:

"Con il valore di hashrate impostato per diminuire a $ 0,075 centesimi per TH / s, non molte delle apparecchiature esistenti di vecchia generazione si riaccenderanno. Il nuovo hashrate in arrivo sul mercato sarà probabilmente guidato da macchine di nuova generazione e ad alta efficienza ".

E Kevin Zhang, Chief Mining Officer presso Greenidge Generation, ha detto a Coindesk:

"Nonostante le azioni a prezzo limitato, prevediamo che il tasso di hash continuerà ad aumentare nel breve termine man mano che un numero maggiore di minatori di vecchia generazione passa offline e quelli di nuova generazione entrano online."

Foto di presentazione da "SnapLaunch" via Pixabay.com

. (TagsToTranslate) Bitcoin



Leave A Reply

Your email address will not be published.